Superbonus per il Turismo

Credito d'imposta dell'80% per arredamento

Superbonus Turismo

Per la ripresa del settore, ecco il Superbonus 80%

Alberghi, hotel, strutture ricettive: la sofferenza economica che ha investito il settore negli ultimi due anni ha richiesto interventi di supporto per aiutare la categoria e allentare la pressione economica. Con questo intento, nasce il Superbonus 80% - come da decreto di attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza - ma di cosa si tratta esattamente? La veste fiscale è quella del credito d'imposta calcolato però "sulla base delle spese effettuate" per specifici interventi.

Superbonus Alberghi 80%, gli interventi previsti

La misura di alleggerimento prevista con l'introduzione del Superbonus Hotel 80% ricade su interventi che rientrano all'interno di precisi ambiti, ovvero interventi di riqualificazione energetica e di messa in sicurezza degli immobili.

Nel dettaglio, parliamo di interventi per l'eliminazione delle barriere architettoniche in conformità alla legge 9 gennaio 1989, n. 13, e al decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1996, n. 503; per l'incremento dell’efficienza energetica e riqualificazione antisismica; interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo; interventi di digitalizzazione previsti dall’articolo 9, comma 2, del decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 luglio 2014, n. 106.; interventi per la realizzazione di piscine termali e acquisizione di attrezzature e apparecchiature per lo svolgimento delle attività termali, relativi alle strutture di cui all’articolo 3 della legge 24 ottobre 2000, n. 323.
 
Attenzione alle categorie di beneficiari: potranno farne richiesta alberghi, hotel e agriturismi; stabilimenti termali e balneari; porti turistici; parchi tematici, fiere e congressi. L’acquisto di mobili e componenti d’arredo, compresa l’illuminotecnica che costituisce un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione, possono essere oggetto di agevolazione ma solo se funzionali ad almeno uno degli interventi sottoelencati:
  • interventi di incremento dell’efficienza energetica delle strutture e di riqualificazione antisismica,
  • interventi di eliminazione delle barriere architettoniche,
  • interventi edilizi funzionali alla realizzazione dei punti precedenti e l’acquisizione di attrezzature per lo svolgimento di attività termali.

Le due forme agevolative del Superbonus Hotel 80%

1) Contributo a fondo perduto del 50%
2) Credito d'imposta dell'80% delle spese ammesse.

L'importo massimo del contributo a fondo perduto è di 40.000 euro ma può essere aumentato anche cumulativamente. Quindi oltre al Superbonus Turismo sotto forma di credito di imposta pari all'80% delle spese sostenute per la realizzazione degli interventi sopra elencati il decreto prevede un'altra formula agevolativa, ovvero quella del contributo a fondo perduto, ma con dei limiti ben precisi.

Si potrà infatti richiedere per importi fino a 30 mila euro se la quota di spesa sostenuta è destinata per almeno il 15% alla digitalizzazione e all’innovazione tecnologica ed energetica; fino a 20 mila euro se parliamo di società composta da donne o giovani under 35 (società cooperative o di persone costituite per almeno il 60% da giovani di età tra i 18 e i 35 anni; imprese individuali gestite da giovani; società di capitali con almeno i due terzi delle quote possedute da giovani e con organi di amministrazione costituiti per almeno i due terzi da giovani); fino a 10 mila euro se l’impresa si trova in territori quali il Sud Italia o le Isole.

Gli importi sopraindicati evidenziano che il contributo a fondo perduto è pari al 50% delle spese sostenute, fino ad un importo massimo di 40.000 euro, che può essere incrementato. Le due formule di incentivo sono cumulabili tra loro, ma non sono invece cumulabili con altri contributi concessi per la stessa categoria di interventi.

Le scadenze per usufruire del Superbonus 80%

Occhio alle date quando si parla di agevolazioni, o si rischia di restarne fuori: sono considerati ammissibili tutti gli interventi realizzati a decorrere dal 7 novembre 2021 fino al 31 dicembre 2024, ma con una eccezione. Il credito d’imposta infatti si applica anche in relazione ad interventi avviati dopo il 1° febbraio 2020 e non ancora conclusi al 7 novembre 2021, a condizione tuttavia che le spese siano sostenute a decorrere dal 7 novembre 2021.

I vantaggi del Superbonus Turismo

Se da tempo stavate rimandando i lavori di miglioramento dell'offerta o della sicurezza della vostra struttura, la modernizzazione delle camere d'albergo con le ultime tendenze di stile, il Superbonus vi consentirà di investire per il miglioramento della qualità dell’offerta ricettiva, con un risparmio pari all'80%.

E' quindi ora un’ottima occasione per riqualificare le camere d'albergo e renderle in linea con gli attuali oltre che offrire all’ospite maggiore confort e alla praticità d'uso. Fas Italia è il partner giusto con il quale collaborare per realizzare un nuovo arredamento pratico e funzionale a prezzi convenienti e che è in grado di fornire tutte le soluzioni di arredamento più ottimali per le vostre camere d'albergo. 

Le comparazioni da effettuare prima di procedere con la richiesta e le verifiche necessarie per sfruttare al meglio il Superbonus Hotel 80%, senza incorrere in sgradite sorprese, sono diverse. Ecco perché è importante affidarsi a professionisti del settore con un partner serio come Fas Italia.
27 Gennaio 2022 | News
Filtra per anno